since… 2005

e poi tanto per farti ancor piu’male,ti metti a sfogliare tutte le foto che hai fatto in questi anni.10 anni.tanti,forse troppi.o forse non sono mai troppi.
mi sento come una di quelle vecchie attrici,che si guardano allo specchio e poi ammirano la loro foto da ragazze,e poi diventano malinconiche,notando l’inesorabile passare del tempo,e un po’ti viene anche da ridere,perche’sai bene che in quel momento dove stavi in posa,pensavi di essere brutta e pure grassa.
ecco me adesso,ecco me quel giorno di tanti anni fa’,tanti ma non troppi suvvia.
la mia storia era appena sbocciata,o forse non ancora,con i miei l’ascia di guerra si stava finalmente seppellendo,la fotografia mi piaceva da impazzire e tutto il suo mondo fatto anche di invidie e mortaccioni di figa,m sentivo una forza dentro,o almeno credevo di averla,credere e’tutto.la fragilita’interiore non mi hai mai abbandonato,ma in quel momento vedevo la luce davanti.inziavo ad avere buone amicizie,ad essere la donna che desideravo ammirare,avevo perso alcuni kili e poco tempo dopo decisi di fare la frangia.chi m ammazzava? nulla!
ecco,adesso,il mio momento e’totalmente contrario a quel momento.
pian piano sento che tutto m sta’crollando sotto i piedi,le certezze che avevo si stanno dileguando,a differenza dei kili che quelli,anzi,non mollano,e continuano a pesarmi addosso.l’allergia c’e’,e vabbe’,la fotografia continua ma in piccolissime dosi, e non mi rende cosi’felice come prima,colpevolizzo me stessa per alcune debolezze avute in passato,e non comprendo sempre piu’il mondo che mi sta’intorno.vecchi fantasmi del passato sono ritornati fuori,e sto’tagliando i ponti con persone importanti,perche’non sono piu’in grado di sostenere il peso di alcune delusioni,in effetti scrivendo non so’se pensare cosi’negativamente a questo periodo,dopotutto e’un evoluzione,dolorosa si,ma e’un evoluzione.
quindi cosa faccio?muoio? o mi do’un ulteriore opportunità di rinascita?non avendo niente in mano,o poco,e non essendo una stupida,ho tutte le doti per poter riempirmi nuovamente la mano di qualcosa che mi renda nuovamente felice. 30 anni,una nuova me. pensavo fosse una cazzata,ma cambiare il numero davanti… minchia se pesa.
detto questo,un bacio a coloro che mi stanno vicino e cercano d darmi quotidiani calci in culo per farmi reagire.
purtroppo in voi cerco madri che non ho mai avuto…..
mi dispiace se a volte divento una bambina capricciosa…ho solo una dannata,dannatissima paura,della felicita’,perche’per tanti anni,ho pensato che non durasse per piu’di un attimo,perche’qualcuno me l’avrebbe strappata via,come sempre,anche quando vidi per la prima volta la luce.ma se me la costruisco addosso,come un vestito stretto…. scusate la poesia,ma col cazzo che qualcuno o qualcosa me la possa rubare.

me for Mario Zanaria (2006?)